meteo apuane
ALLERTA METEO
* * * * * *
allerta meteo Massa Carrara
Clicca sulle icone per accedere
al dettaglio della Regione Toscana


BACHECA AVVISI
Inizio di dicembre caratterizzato da un tempo molto dinamico e variabile, per la discesa di nuclei di aria fredda dal Nord Europa intervallati a temporanei richiami di aria più mite e umida occidentale sottoforma di tesi venti di Libeccio. Considerata la conseguente incertezza previsionale, si raccomanda di seguire con costanza gli aggiornamenti sul sito.

WEBCAM
webcam SASSALBO
SASSALBO
Visualizza le altre Webcam >>

NOWCASTING
Radar Precipitazioni "Settepani"
RADAR PRECIPITAZIONI

satellite europa
SATELLITE INFRAROSSO

fulminazioni Toscana
FULMINAZIONI

COLLABORAZIONI TECNICHE

Protezione Civile Massa Carrara

Meteo System

Museo Bernacca Fivizzano


BOLLETTINO DELLA MONTAGNA
Previsioni a 3 giorni per le principali località sciistiche e montane delle Apuane ed Appennino settentrionale
30-11-21
meteo zum zeri
01-12-21
meteo zum zeri
02-12-21
meteo zum zeri
Zero Termico: 1100 m   |   Altezza Neve: 14 cm
30-11-21
meteo cerreto
01-12-21
meteo cerreto
02-12-21
meteo cerreto
Zero Termico: 1000 m   |   Altezza Neve: 20 cm
30-11-21
meteo campocecina
01-12-21
meteo campocecina
02-12-21
meteo campocecina
Zero Termico: 1300 m   |   Altezza Neve: 2 cm
30-11-21
meteo pratospilla
01-12-21
meteo pratospilla
02-12-21
meteo pratospilla
Zero Termico: 1000 m   |   Altezza Neve: 18 cm

Siamo al giro di boa stagionale con l'inizio dell'inverno meteorologico atteso per il 1° dicembre. Come tutti sapete, giovedì 2 è Santa Bibbiana con il suo famoso detto ''il tempo che fa per Santa Bibbiana, lo farà per quaranta giorni ed una settimana''; e sarà ancora più vero se sarà d'accordo la sua collega Santa Barbara, che si festeggia due giorni dopo, sabato 4 dicembre. Nel senso che se entrambi i giorni vedranno il sole, avremo tempo prevalentemente stabile per un mese e mezzo e più; se invece sarà piovoso e freddo avremo un lungo periodo di tempaccio. Nell'ipotesi di avere due giornate opposte, una bella e una brutta? Semplice...avremo un'alternanza di sole e nuvole, il classico tempo variabile che fa contenti tutti, gli amanti del bello e del cattivo tempo. Beh bisogna dire che lo scorso anno il verdetto è stato rispettato a pieno. Il 2 dicembre 2020 nevicò sino alla pianura in Emilia e a quote basse sulle restanti zone; il 4 fu una giornata piovosa e tempestosa con ventaccio di Libeccio e quota neve che salì temporaneamente più in alto; ma poi sino a metà gennaio ed oltre si verificarono frequenti piogge e nevicate a quote basse. E ricordiamo bene quanta neve cadde sul nostro Appennino nello scorso inverno, e nessuno poté approfittarne per sciare, causa i famosi lockdown.

. Dopo la prima vera nevicata sui nostri monti che ha formato un discreto manto oltre i 1000 metri, nei prossimi giorni avremo una situazione che pare favorevole ad altre fioccate, anche se non proprio nei primissimi giorni. Si va configurando infatti una evoluzione meteorologica che mi ricorda vagamente le situazioni degli anni '70, quelle che il mitico Colonnello Bernacca descriveva alla lavagna, evidenziando con la sua bacchetta l'aria moderatamente fredda polare che scendeva dal Nord Atlantico, che si univa con quella più fredda artica in discesa dalla Scandinavia, e questa confluenza andava a rinforzare le Basse pressioni europee e le perturbazioni, in successivo spostamento verso l'Italia. Questo tipo di situazione con le perturbazioni che si muovono da Nord Ovest verso Sud Est spesso non portano tante precipitazioni sulle nostre zone, che vengono quasi saltate o interessate solo nella fase pre frontale, ma dipende da come aggirano l'arco delle Alpi: se il ''getto'' principale delle corrente in quota entra dal Rodano aggirando la Corsica può verificarsi quello che è accaduto domenica scorsa; se passa un po' più ad Ovest scendendo sino alla Isole Baleari abbiamo un peggioramento più deciso e prolungato; se passa sparato sulle Alpi abbiamo solo venti secchi. E per tutte le perturbazioni attese nei prossimi giorni il dubbio amletico sarà questo con sorprese sempre dietro l'angolo. Intanto godiamoci la tranquilla giornata di martedì con bel sole che verrà solo offuscato da qualche velatura. Le nubi basse stratiformi avanzeranno dal Mar Ligure da metà pomeriggio, quando inizierà a rinforzare il vento di Libeccio. Temperature ancora molto rigide nella notte mentre dal pomeriggio inizieranno ad intiepidirsi pur se lo zero termico non si alzerà oltre i 1300/1400 metri. Mercoledì l'aria umida che precede la prima perturbazione addenserà nubi sempre più consistenti specie fra Appennino e Apuane dove inizierà a piovigginare o piovere sin dal tardo mattino con neve oltre 1200/1400 metri in successivo innalzamento. Libeccio da moderato a forte. Nella notte su giovedì e giovedì mattina ecco il passaggio del fronte collegato ad un asse di saccatura con aria fredda. In questa fase sono attese le precipitazioni un po' più consistenti, soprattutto sulle Alpi Apuane. La quota neve potrebbe ricalare sin verso 1000/1200 metri, forse anche molto di più in Emilia, ma al momento è impossibile saperlo... Dal pomeriggio schiarite con progressiva rotazione dei venti nuovamente dal quadrante Nord. Dopo la pausa soleggiata di venerdì vedremo cosa ci porteranno le perturbazioni attese dal fine settimana in avanti. Seguite costantemente gli aggiornamenti.


Aggiornamento del 29 novembre 2021 a cura di Mauro Olivieri
(aggiornamento 3 volte la settimana)




>> Accedi alla raccolta delle NEVICATE (archivio dal 2006)

meteo apuane
Portale di meteorologia per la provincia di Massa Carrara.
Associazione locale per la divulgazione delle
scienze meteorologiche e del clima.

CONTATTI
NOTE LEGALI
HOME
Home Page
PREVISIONI
Provincia
Bollettino "3 Confini"
Mare
Montagna
Meteo-Viabilità
Incendi Boschivi
MONITORAGGIO
Rete Stazioni
Livello Fiumi
Archivio Dati
Area Riservata Enti
WEBCAM
Webcam
DIRETTA
Segnalazioni
Nowcasting
DIDATTICA
Clima Locale
Articoli/Cronache
Nevicate
Foto
CHI SIAMO
L'Associazione
Iniziative
Staff
Partner
Contattaci