meteo apuane
ALLERTA METEO
* * * * * *
allerta meteo Massa Carrara
Clicca sulle icone per accedere
al dettaglio della Regione Toscana


BACHECA AVVISI
Perturbazione atlantica ben strutturata venerdì con piogge e rovesci diffusi anche abbondanti a ridosso dei rilievi. Probabile cambio di circolazione da Domenica per l'ingresso di correnti decisamente più fredde da Nord-Ovest, settimana prossima di stampo invernale (seguire gli aggiornamento sul sito).

WEBCAM
webcam VILLAFRANCA LUNIGIANA
VILLAFRANCA LUNIGIANA
Visualizza le altre Webcam >>

NOWCASTING
Radar Precipitazioni "Settepani"
RADAR PRECIPITAZIONI

satellite europa
SATELLITE INFRAROSSO

fulminazioni Toscana
FULMINAZIONI

COLLABORAZIONI TECNICHE

Protezione Civile Massa Carrara

Meteo System

Museo Bernacca Fivizzano


BOLLETTINO DELLA MONTAGNA
Previsioni a 3 giorni per le principali località sciistiche e montane delle Apuane ed Appennino settentrionale
09-12-22
meteo zum zeri
10-12-22
meteo zum zeri
11-12-22
meteo zum zeri
Zero Termico: 2000 m   |   Altezza Neve: 0 cm
09-12-22
meteo cerreto
10-12-22
meteo cerreto
11-12-22
meteo cerreto
Zero Termico: 1900 m   |   Altezza Neve: 0 cm
09-12-22
meteo campocecina
10-12-22
meteo campocecina
11-12-22
meteo campocecina
Zero Termico: 2200 m   |   Altezza Neve: 0 cm
09-12-22
meteo pratospilla
10-12-22
meteo pratospilla
11-12-22
meteo pratospilla
Zero Termico: 1900 m   |   Altezza Neve: 0 cm

Osservando le immagini che ci giungono dal satellite meteorologico Meteosat che, instancabilmente, continua a fotografare l'atmosfera dall'alto dei suoi 36.000 km, non si può non notare un vero e proprio ''fiume'' di aria artica diretta dal Circolo Polare verso l'Europa centro-occidentale. Nel contempo un altro ''nastro'', questa volta di tipo oceanico, pilota varie perturbazioni dal medio e basso Atlantico verso il Mediterraneo e l'Italia. E' una situazione che mi ricorda da vicino vecchie configurazioni tipiche degli anni '70, magistralmente illustrate ogni sera dal mitico Bernacca e poi anche dall'altrettanto mitico Baroni nella tradizionale trasmissione televisiva di ogni sera ''Che tempo fa''. Erano carte allora disegnate con un gessetto sulla lavagna, come se i Nostri, nei minuti a loro disposizione, dovessero pazientemente insegnare ad un pubblico di attenti scolari, come si muovevano i venti, che tipo di aria sarebbe arrivata e per quale motivo c'era bisogno di prendere l'ombrello oppure se bastava uscire con giaccone e cappello. Ma per non divagare troppo in ancestrali ricordi, torniamo a noi...
Orbene bene quando si viene a creare un andamento circolatorio illustrato sopra, le nostre regioni sono interessate da un treno di perturbazioni atlantiche accompagnate da aria mite; ma l'aria fredda che viene progressivamente scendendo di latitudine, quasi per colamento gravitativo, si apposta al di là delle Alpi e appena ne ha l'occasione, risucchiata dai minimi depressionari in formazione fra il Mar Ligure e il Tirreno, irrompe verso Sud, portando anche sulle nostre regioni bruschi abbassamenti di temperatura e repentini cali della quota neve. Quest'ultima eventualità potrebbe accadere fra sabato e domenica ma ne riparleremo nel prossimo bollettino. Intanto nella giornata di mercoledì avremo un cielo fra il poco nuvoloso ed il nuvoloso ma senza il rischio di precipitazioni, se non occasionali piovaschi in zona Apuane. Temperature in progressiva anche se temporanea diminuzione con zero termico in discesa da 2000 a 1700/1800 metri. Nella giornata dell'Immacolata ecco che si avvicinerà da Occidente una corposa perturbazione che porterà ben presto il cielo ad essere del tutto coperto con precipitazioni dapprima isolate, poi diffuse dalla serata. Inizialmente potrebbe cadere qualche fiocco di neve o nevischio oltre 1500/1600 metri, a quote più basse in Val D'Aveto e Val Trebbia specie dalla sera. La giornata di venerdì 9 sarà avversata dal tempo perturbato con piogge anche abbondanti ma con la neve purtroppo relegata alle vette (1900/2000 metri), a parte sui rilievi liguri piacentini che, risentendo della lingua orientale di un cuscino freddo presente fra l'Alessandrino e l'Oltrepò Pavese, potrebbero vedere fiocchi a quote considerevolmente inferiori fra la notte ed il mattino. Dal pomeriggio possibile apertura di parziali schiarite con ventilazione tesa fra Ovest e Sud-Ovest. Fra sabato e domenica, il passaggio di un secondo fronte nuvoloso atlantico potrebbe fare da apripista all'afflusso artico che scivolando dal Rodano sul Ligure provocherebbe un veloce passaggio temporalesco con grandine, graupel e neve a quote più basse. Ma ci sono ancora molti dubbi su questa evoluzione, il principale dei quali è che l'aria fredda potrebbe giungere al termine della fase perturbata e quindi lasciando le nostre zone senza fiocchi.

Gli ultimi aggiornamenti dei modelli mattutini dell'8 dicembre confermano un primo passaggio perturbato venerdì 9 con piogge abbondanti e quota neve elevata, oltre i 2000 metri. Sabato 10, dopo un breve intervallo, è atteso il passaggio di una seconda perturbazione seguita da un incipiente afflusso di aria fredda polare marittima che provocherà altre piogge dalla tarda mattinata con neve in grauduale calo di quota sin verso 1400 metri alla sera. Nella giornata di domenica 11 pare confermarsi il rapido passaggio di un impulso di aria artico marittima in grado di portare per alcune ore rovesci, anche temporaleschi, a carattere nevoso a quote in rapido abbassamento sin verso 300/400 metri nel versante emiliano dell'Appennino, 600/800 metri in quello ligure toscano e 800/1000 metri sulle Apuane. Seguirà un generale miglioramento ma con rigidi venti settentrionali e gelate diffuse ad inizio settimana.


Aggiornamento del 08 dicembre 2022 a cura di Mauro Olivieri
(aggiornamento 3 volte la settimana)




>> Accedi alla raccolta delle NEVICATE (archivio dal 2006)

meteo apuane
Portale di meteorologia per la provincia di Massa Carrara.
Associazione locale per la divulgazione delle
scienze meteorologiche e del clima.

CONTATTI
NOTE LEGALI
HOME
Home Page
PREVISIONI
Provincia
Bollettino "3 Confini"
Mare
Montagna
Meteo-Viabilità
Incendi Boschivi
MONITORAGGIO
Rete Stazioni
Livello Fiumi
Archivio Dati
Area Riservata Enti
WEBCAM
Webcam
DIRETTA
Segnalazioni
Nowcasting
DIDATTICA
Clima Locale
Articoli/Cronache
Nevicate
Foto
CHI SIAMO
L'Associazione
Iniziative
Staff
Partner
Contattaci